Your browser does not support Javascript

Languages

user_bar_menu

L'OGS Explora ritorna a Trieste e apre al pubblico in occasione di Trieste Next

Di recente rientrata da una campagna di esplorazione Antartica, approda a Trieste OGS Explora, l'unica nave di ricerca geofisica e oceanografica con capacità oceaniche di proprietà di un Ente pubblico attualmente operante in Italia, e, in occasione di Trieste Next, apre al pubblico da martedì 19 a sabato 23 settembre 2017, con una serie di visite guidate gratuite, su prenotazione, fino a esaurimento delle disponibilità.
Ormeggiata per l'occasione nel bacino antistante a Piazza Unità d'Italia, OGS Explora accoglierà a bordo appassionati e curiosi di ogni età cui i ricercatori e tecnici dell'Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale spiegheranno “a cosa serve e com’è fatta una nave da ricerca”, “cosa fanno i ricercatori a bordo”, “perché è importante studiare il mare e il suo sottosuolo”.
Il percorso di visita prevede l'entrata sul ponte di coperta e la visita al salone di accoglimento dove i ricercatori si ritrovano, mangiano e discutono. Successivamente i visitatori visiteranno la zona di poppa della nave, dove vedranno alcuni degli strumenti scientifici utilizzati a bordo, come le rosette utilizzate per il campionamento delle acque e i cavi sismici, per proseguire nei laboratori di bordo dove saranno illustrati i sistemi di navigazione e di acquisizione dati geofisici e oceanografici. Infine si sale sul Ponte di Comando, dove il Comandante gestisce la navigazione in costante contatto con il personale scientifico. La collaborazione tra l’equipaggio marittimo e i ricercatori è infatti un fattore importantissimo per il buon esito delle campagne.
Di proprietà dell’OGS dal 1989, l'OGS Explora è lunga circa 73 metri, ha una stazza lorda di 1.400 tonnellate e può raggiungere gli 11 nodi di velocità. È classificata come “classe ghiaccio”, in quanto possiede le caratteristiche per poter navigare e acquisire dati anche in ambienti estremi quali l’Antartide e l’Artico. Può ospitare 24 ricercatori e tecnici, oltre ai 18 membri dell’equipaggio. Di recente, l'OGS Explora è stata protagonista di un profondo riammodernamento, avviato nell'ambito delle attività del progetto bandiera RITMARE, coordinato dal CNR e finanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – MIUR, e ora vanta standard di sicurezza e affidabilità ancora più elevati che in passato e di nuovi strumenti all’avanguardia, tra cui un avanzatissimo sistema di mappatura del fondo marino e del sottosuolo. Dal 2008, inoltre, Explora è tra le 18 navi appartenenti alla flotta EUROFLEETS, un’alleanza di Enti di ricerca europei di eccellenza nata per favorire il coordinamento e l’uso efficiente delle infrastrutture marine e migliorare così il progresso della ricerca scientifica sul mare.
Nella sua lunga “carriera” l'OGS Explora ha effettuato undici campagne di ricerca in Antartide, quattro campagne di ricerca artiche alle Isole Svalbard e attività di servizio alle imprese che operano nell’offshore in area artica (Canada, Groenlandia, Islanda, Norvegia, Isole Fær Øer).
Il calendario delle visite guidate è così composto:
• la mattina (dalle ore 10 alle ore 11, 3 visite ogni ora), da martedì 19 a venerdì 22 settembre, turni riservati alle scuole che si
sono già prenotate
• il pomeriggio (dalle ore 15 alle ore 17, 3 visite ogni ora), da giovedì 21 a sabato 23 settembre, turni per ogni età
• la sera di venerdì 22 e sabato 23, dalle 20 alle 22 (3 visite ogni ora), turni per ogni età.
Ciascuna visita guidata ha la durata di circa 30 minuti e accoglie al massimo 12 persone per volta.
Prenotazione obbligatoria online su www.bit.ly/ExploraNext.
Sulla stessa pagina saranno visibili eventuali aggiornamenti in caso di nuove disponibilità aggiuntive.
Le persone che si saranno registrate dovranno presentarsi 15 minuti prima del turno prenotato presso l'Info Point di Trieste
Next in Piazza Unità d'Italia. Si raccomandano scarpe comode e chiuse, evitando tacchi alti e sandali. Per questioni di sicurezza non sarà possibile salire a bordo con bagagli ingombranti (es. zaini) e sarà richiesto un documento d’identità.
Nei giorni prima di Trieste NEXT l'OGS Explora è impegnata in Alto Adriatico per una campagna di studio sugli Ctenofori.